Come la tecnologia ha migliorato il risparmio energetico?

L’efficienza degli impianti è sicuramente migliorata negli ultimi anni, l’evoluzione fino ad oggi è stata continua grazie alla ricerca sui materiali. L’avvento dell’elettronica digitale ha permesso di ottenere generatori con efficienze eccezionali e modulazioni di potenza impensabili, fino a poco tempo fa, favorendo il miglioramento del rendimento stagionale. La regolazione degli impianti oggi è molto precisa e gli sprechi energetici vengono ridotti al minimo. Anche nelle ristrutturazioni si possono raggiungere livelli di efficienza molto alti, per ottenere buoni risultati gli investimenti possono essere importanti ma grazie alle varie agevolazioni, come ad esempio il 65% o il conto termico 2.0, e al risparmio ottenuto, la spesa si può ripagare in tempi brevi. L’isolamento degli edifici ha condizionato le scelte impiantistiche riducendo notevolmente le potenze in gioco. Gli impianti delle nuove abitazioni richiedono quindi meno potenza rispetto al passato ma sono molto più sofisticati, oltre a ridurre le spese di riscaldamento permettono di ottenere livelli di comfort 365 giorni l’anno.

Quali sono le innovazioni che hanno caratterizzato questi ultimi anni?

Nel passato gli impianti venivano studiati solo per il riscaldamento invernale, poi si è iniziato a pensare anche al raffrescamento estivo aggiungendo in modo posticcio qualche split dove si poteva, ora si vuole integrare tutto e controllare il comfort 365 giorni all’anno gestendo non solo la temperatura ma anche la qualità dell’aria. Gli impianti sono sempre più interconnessi tra di loro e sempre più connessi con il cliente. L’impianto di casa sta diventando sempre più smart: i termostati controllano le previsioni meteo, ne anticipano il cambiamento climatico e regolano la temperatura di casa in base alla posizione del cliente (grazie alla geolocalizzazione), i generatori imparano le abitudini dei clienti e si adeguano per ottimizzare i consumi, l’impianto invia gli allarmi automaticamente al centro assistenza.
Le caldaie hanno raggiunto ormai il loro limite evolutivo con la tecnologia a condensazione, una tecnologia che ha già tanti anni alle spalle e non riserverà sorprese nel futuro. I generatori di prossima generazione saranno quindi diversi da quelli che si usavano in passato, adesso il richiedente informato ed evoluto vuole le soluzioni elettriche come pompe di calore. Molto richieste anche le soluzioni ibride che scelgono quale combustibile utilizzare (gas o elettricità) per ottenere il massimo risparmio economico. I livelli di efficienza raggiunti da questi sistemi sono altissimi e offrono reali risparmi rispetto alle soluzioni tradizionali. Il fotovoltaico continua la sua evoluzione con efficienze sempre più alte e crescono gli abbinamenti a sistemi di accumulo e microcogenerazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *